Fattura di Santa Marta, scopriamo di cosa si tratta

Spesso si sente parla di Fattura di Santa Marta, ma di che cosa si tratta? Che tipo di legamento è, che scopo ha, chi lo fa e come? 

La Fattura di Santa Marta è un rito che proviene dalla Santeria Cubana, notoriamente una religione che mischia qualche elemento del cattolicesimo con la tradizione locale ed anche la magia nera. 

Scopo di questa fattura è quello di ottenere il dominio su un’altra persona, ma spesso si sottovaluta le possibilità di conseguenze negative da parte dell’uso di questa fattura (troppo spesso eseguita in modo frivolo e senza consapevolezza). 

Nella tradizione della Santeria (che non ha nulla a che vedere con la figura di Santa Marta nel cattolicesimo) questa fattura viene usata per invocare Santa Marta Dominadora: è un legamento d’amore che consiste in una serie di offerte fatte alla santa per nove giorni di seguito per chiedere alla stessa santa di sottomettere al volere di chi invoca una certa persona. 

Dato che si tratta di una fattura con carattere impositivo, probabilmente è di magia nera. Non bisogna scambiare la Fattura di Santa Marta per una preghiera cristiana alla santa (abbiamo già distinto bene le due figure: nel cattolicesimo non è possibile pregare per piegare ai propri voleri una persona, né è ammesso ovviamente l’uso della magia nera). La Fattura di Santa Marta è di conseguenza a tutti gli effetti considerato un rito di magia nera o grigia, con tutti i rischi del caso. 

 

La Fattura di Santa Marta funziona o no?

 

La Fattura di Santa Marta è considerata un rito ibrido, grigio, cioè non di magia bianca ma neppure di magia nera. 

La Fattura di Santa Marta è in realtà legata a dei riti poco chiari, fa parte della tradizionale Santeria (una religione diffusa in America del Sud) dove spesso si mischia la spiritualità legata ai santi, e quindi mutuata dalla religione cattolica, a quella dei riti della magia nera. 

Non si tratta quindi di un rito buono o innocuo, perché apre delle porte che sono praticamente impossibili da controllare, da tenere sotto dominio.

Inoltre, non è mai positivo cercare di ottenere il dominio sugli altri e quindi anche la Fattura di Santa Marta può comportare diversi rischi, e molti mettono in guardia dalla pericolosità di questi riti che non sono prettamente di magia nera ma espongono comunque a dei rischi, per chi crede. 

La Fattura di Santa Marta potrebbe comportare disturbi a chi la invoca perché, nella magia e per chi ci crede, l’uso dell’energia dell’universo potrebbe rivoltarsi contro di lui o di lei. Senza contare che si tratta di una inopportuna commistione fra magia e religione (in quanto si invoca una santa: ma nella religione cattolica, alla quale appartengono i santi, queste figure non intercedono per poter dare ad una persona il potere di manipolare le forze della  natura). 

Ecco perché anche queste fatture non sono proprio sicure da fare, e per chi crede nella magia, sarebbe meglio lasciare perdere. 

 

Santa Maria Goretti

Maria Goretti è nata il 16 ottobre del 1890 in provincia di Ancona. La piccola Maria Goretti venne battezzata con il nome di Maria Teresa, e come succedeva all’epoca venne cresimata, come si usava all’epoca all’età di sei anni, dal vescovo Giulio Boschi che giunse in visita pastorale nella città dove viveva la bambina. 

Maria Goretti aveva altri quattro fratelli e sorelle, che lavoravano tutti nei campi come braccianti agricoli. La famiglia di Maria Goretti era povera e negli anni ha faticato molto a mantenere il giusto benessere nell’Agro Pontino per riuscire a ottenere maggiore fortuna. 

Vediamo la descrizione offerta da https://www.diopadremisericordioso.it/

Santa Maria Goretti e la vita tra il quotidiano e Dio 

Conosciuta anche con il nome di Marietta, Santa Maria Goretti ha dedicato parte della sua gioventù alla vendita delle uova dei colombi nella città di Nettuno. Si occupava anche della preparazione delle colazioni, del trasporto dell’acqua per coloro che lavoravano nei campi, e si occupava anche di operazioni di sartoria, per i vestiti dei braccianti agricoli. 

Sin da piccolissima, come tutta la sua famiglia, Maria Goretti era molto devota e religiosa. Recitava sempre il Rosario e veniva definita un angelo. Con grandi sacrifici e nonostante le difficoltà, la Santa ha deciso di frequentare il catechismo quando ancora non aveva compiuto 11 anni, cosa che gli permise di ricevere la Prima Comunione. 

D’allora scelse di partecipare ogni giorno alla messa nella chiesa che si trovava vicino nel periodo estivo, almeno fino a settembre, quando poi chiudeva. E allora, nei giorni in cui chiudeva raggiungeva la chiesa di Campomorto che si trovava distante qualche chilometro da dove abitava, ma la bambina andava verso di essa a piedi ogni giorno. Nonostante ciò, la bambina in tutta la sua vita riuscì a prendere solo cinque volte la Santa Comunione, in quanto questa non veniva incoraggiata. 

Alessandro e Maria: la storia che ha portato al decesso della giovane ragazza 

La storia di Maria e Alessandro è quella che ha portato alla morte della giovane ancor prima di compiere la maggiore età. Alessandro Serenelli era un ragazzo che lavorava nei campi, era considerato abbastanza intelligente per l’epoca. L’uomo si recava molto spesso in paese e comprava riviste considerate un po’ inappropriate per l’epoca. Suscitando anche la rabbia e la protesta di Assunta. 

Alessandro era un uomo invaghito della giovanissima Maria Goretti. Così inizio a corteggiarla e insidiarla, nonostante lo respingesse con forza. Ma un giorno l’uomo decise di farle una proposta indecente, che la ragazzina rifiuto senza pensarci due volte, e così lui la minaccio di morte. 

Il 5 luglio del 1902, quando i genitori dei ragazzi erano nei campi, e mentre Maria rammendava una delle camicie di Alessandro, lui la invito a entrare in casa. Lei spaventata non si mosse. Lui la trascino con forza in casa per intrattenere con lei un rapporto sessuale. La ragazza cercò di ribellarsi, ma lui accecato dalla rabbia l’accoltellò più e più volte. La ragazza venne ritrovata in una pozza di sangue e portata all’Ospedale di Nettuno. Ma purtroppo le ferite erano troppo profonde e non sopravvisse. 

Alessandro così venne condannato a 30 anni di carcere, in quanto all’epoca era minorenne. Il terzo anno durante la segregazione inizio a sognare Maria che gli donava dei fiori che si trasformavano in lingue di fuoco. Ma dopo 27 anni di carcere, l’uomo pentito usci dal carcere e lavorò come ortolano in vari conventi dei cappuccini. 

La proclamazione di Maria Goretti a Santa 

Maria Goretti è stata proclamata Santa dopo che venne riconosciuta come martire da Papa Pio XII. Per il processo di beatificazione tutto partì il 27 aprile del 1947. Fu durante questo che le vennero attribuiti due miracoli: la cura di un grave ematoma a Giuseppe Cupo e una pleurite ad Anna Grossi Musumarra. Dopo l’attribuzione dei miracoli, nel 1950 il 24 giugno venne nominata Santa. Il suo ricordo si festeggia il 6 luglio.

Preghiera per problemi economici

Uba preghiera per risolvere i problemi economici, specialmente in questo periodo di crisi finanziaria. Speriamo possa essere utile a tutti coloro che sono a corto di soldi.

Signore Gesù, vengo a mettermi alla Tua presenza in questo momento e a offrirti la mia vita con tutto ciò che porto nel cuore: le mie angosce, la mia tristezza, la mia solitudine, e soprattutto, Gesù, la preoccupazione che nutro per le mie condizioni finanziarie.

Voglio chiederti di effondere il Tuo Sangue su di me e su tutta la realtà che circonda la mia vita finanziaria, e sul modo in cui influisce sulla mia famiglia, sul mio lavoro e sulle persone con cui mi relaziono.

Ho vissuto momenti di grande afflizione, perché la mia vita finanziaria è completamente disorganizzata.

Oggi ho molti debiti e non so davvero cosa fare.

Ho dei conti da pagare, l’affitto in ritardo, devo del denaro ad altre persone, e questo sta compromettendo la mia famiglia e la nostra armonia familiare.

Per questo ti supplico: Gesù, effondi su tutto questo il Tuo Sangue, perché se ci fosse qualche tipo di problema spirituale direttamente legato alla mia vita finanziaria sia eliminato con il potere del Tuo Sangue!

La Tua parola dice: “Non preoccupatevi dunque dicendo: ‘Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?’.

Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.

Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.

Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena” (Mt 6, 31-34)

Per questo, Gesù, se fino a oggi non ho vissuto secondo la Tua volontà, oggi voglio impegnarmi a vivere in base ad essa. Se fino a oggi ti ho cercato solo per quello che potevi darmi, oggi

Ti cerco perché ho capito che ho bisogno della Tua presenza in tutto.
Ti chiedo, però, Signore Gesù, di liberarmi da tutti i problemi che ho nella mia vita finanziaria, perché credo nella Tua Parola e che Tu mi guardi e ti preoccupi per la realtà finanziaria che sto vivendo.

Invoco il potere del Tuo nome, Gesù, su tutto il mio albero genealogico, su tutti i miei avi.

Se tra i miei antenati ci sono state discussioni per questioni finanziarie, furti o tradimenti nella nostra famiglia e sono state scagliate parole di maledizione, parole pronunciate con odio, rabbia o invidia, elimina tutto questo nel potere del Tuo nome, Gesù!

Nulla di tutto ciò abbia più potere su di me o sulla mia vita finanziaria.

Se tra i miei antenati ci sono state situazioni di persone attaccate al denaro, situazioni di omicidio a causa del denaro, ambizione, denaro familiare speso per cose illecite, droghe, prostituzione, sesso, adulterio, menzogne… renditi ora presente in tutto questo, Gesù, e che il Tuo nome lo curi e lo liberi.

Se i miei antenati o io abbiamo speso del denaro in cose sbagliate o per alimentare situazioni di peccato, oggi chiedo perdono, perché so che il denaro speso male può diventare una maledizione per noi, e per questo liberaci.

Il Tuo Sangue redentore possa essere effuso su di me e sui miei antenati se abbiamo cercato soluzioni in cui Tu non eri presente: se abbiamo cercato aiuto negli incantesimi, nell’occultismo, nella macumba, nella chiromanzia, nella negromanzia; in tutto questo, Signore Gesù, proclamo il Tuo potere e la Tua liberazione.

Se ho cercato aiuto finanziario attraverso la stregoneria, se ho cercato dei maghi, se ho agito contro altre persone, se la mia casa è stata usata a questi scopi, il mio lavoro, il mio studio, RINUNCIO a tutto questo ora, Gesù, per il potere del Tuo Nome! Rinuncio a tutto questo!
Ti chiedo perdono se io o i miei antenati abbiamo cercato tutte queste cose, che oggi so che non gradisci.

Ti chiedo perdono, Gesù, se ho dubitato del fatto che ti prendi cura di me e della mia famiglia. Perdonami se Ti ho offeso con brutte parole, se ti ho incolpato per questa difficoltà finanziaria, perdono, Signore!

Perdonami se ho maledetto la mia vita finanziaria, dicendo che quello che guadagno è una miseria, che passo la fame, che il mio salario è pessimo, che non serve a niente
Perdonami se ho maledetto il mio impiego, i miei capi, se ne ho parlato male augurando loro il male e il dolore!

Voglio anche perdonare chi è stato ingiusto con me, quando ha ritardato il pagamento del mio stipendio o non mi ha pagato quello che mi spettava.

Lo perdono ora nel Tuo Nome, Gesù.

Da oggi, Signore Gesù, possa io cogliere i frutti della liberazione da tutti i problemi e i debiti nella mia vita finanziaria.

Effondi il Tuo Spirito Santo su di me e aiuta le mie capacità naturali, perché trovi un modo per saldare i miei debiti, perché so che il denaro non cade dal cielo.

Rafforza le mie conoscenze, donami saggezza, organizzazione e la capacità di amministrare questi debiti.

Ti chiedo di aprirmi le porte di nuove opportunità di impiego, che le situazioni lavorative e finanziarie vadano avanti per la forza del Tuo Nome, Gesù.

Lo Spirito Santo mi dia la tranquillità e la calma necessarie in casa, con i miei familiari, e non permetta la disperazione e l’impazienza!

Voglio proclamare che da oggi sono una persona nuova, che la mia vita finanziaria si risolverà presto e che ti cercherò con fedeltà di cuore!

Metto tutto nelle Tue mani, e per questo proclamo: Signore, confido e spero in Te!

Amen!