Preghiera per allontanare le persone cattive malvagie di San Benedetto

Ecco una preghiera che aiuta ad allontanare le persone cattive, malvagie, che portano negatività nella nostra vita.

Preghiera di liberazione a San Benedetto

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Oh, glorioso padre, San Benedetto! Abate fervente ed esemplare, mio ​​grande protettore gentile e coloro che vengono da te per elemosinare. Allontana da me ogni influenza malvagia, tutto il male di i nemici e liberarmi dai pericoli dell’anima e del corpo.

Intercedi per me davanti al Signore per alleviare le mie sofferenze e le gravi difficoltà che attraverso. Separa, condanna e respingi, con la potente intercessione della Croce, ogni persona malvagia e ogni malizia che può essere diretta contro di me, contro la mia famiglia e i miei amici più stretti.

Liberami dal destino delle eresie, magie, incantesimi e stregonerie, allontana da me ogni nemico, allontana il violento, il bugiardo, l’invidioso, il malvagio vicino, l’egoista e il traditore. Proteggimi dalla rabbia, dall’odio, dalla gelosia e dal risentimento, da pettegolezzi, intrighi e diffamazioni.

Non lasciare che mi aggrediscano fisicamente o mentalmente. Tieni lontani quelli che vogliono farmi del male nella mia vita quotidiana, al lavoro, nell’amore o a casa, salvami da ogni male e perversità, specialmente da ciò che mi preoccupa :

(A questo punto confida a San Benedetto il problema che più ti affligge, per chiedere l’aiuto di Dio)

Te lo chiedo sicuro nella tua gentilezza, a te che sei stato Santo con fervore, che non hai messo nulla davanti a Cristo da quando lo hai trovato in preghiera. Concedimi la tua gentile intercessione.

Padre glorioso San Benedetto per il tuo illimitato potere sui poteri nocivi proteggimi, sollevami e difendimi da ogni male. Aiutami a fidarmi dell’amore di Dio, nostro Padre, e raggiungi la perfezione della mia vita cristiana, per la salute del mio corpo, mente e anima.

Amen

Preghiera prima dei pasti

Ecco una raccolta di preghiere da recitare prima dei pasti per ringraziare nostro Signore e per fare benedire il cibo.

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
Signore, benedici il cibo che stiamo per prendere
e fa che non manchi a nessun bambino del mondo. Amen.

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
O Dio amante della vita,
che nutri gli uccelli del cielo
e vesti i gigli dei campo,
ti benediciamo per tutte le creature
e per il cibo che stiamo per prendere.
Ti preghiamo di non permettere
che ad alcuno manchi il necessario alimento. Amen

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
Benedici, Signore, noi e questi doni
che stiamo per ricevere dalla tua bontà.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
Benedici, Padre, noi e questi doni
che stiamo per ricevere come segno della tua bontà.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
Benedetto sii tu, Dio dell’universo,
per il pane della terra e il frutto della vite.
Benedetto per il cibo che provvedi ad ogni creatura.
A te lode e gloria in Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
Ti ringraziamo, Signore,
di essere riuniti attorno a questa tavola:
dà a ogni famiglia la gioia
di essere unita nella pace.

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
Signore, che ci doni la gioia
di stare attorno a questa tavola,
radunaci tutti insieme, un giorno,
al Banchetto del Cielo.

Preghiera per la pensione, preghiera per i pensionati

Ecco una bellissima preghiera per chi deve ancora ottenere la pensione e per chi già è pensionato. Facciamo seguire un Padre Nostro.

O Dio giusto e provvidente
proteggi quanti nel corso della vita
hanno lavorato sodo per costruirsi
un avvenire da pensionato
con i loro personali risparmi.

Illumina quanti governano le sorti
del nostro Paese e dell’Europa intera
affinché individuino con esattezza
ciò che è giusto da farsi in questo campo.

Non permettere che coloro che hanno sofferto
per raggiungere una minima pensione
domani non potranno più godere
di questo loro sacrificio
soprattutto per le loro famiglie.

Ti chiediamo dal profondo del nostro cuore
di donarci la serenità necessaria per continuare
a lavorare e giungere alle soglie della pensione
con l’animo tranquillo che avremo ciò che ci
spetta per diritto e non per concessione arbitraria di qualcuno.

In questo tempo di attesa, viviamo il nostro prossimo
Avvento della liberazione dal lavoro
come un lungo periodo di prova e di sofferenza
senza, peraltro, avere una certezza per il nostro futuro.

Donaci Signore capacità di scegliere
ciò che è bene per noi e per quanti
abbiamo il dovere di curare ed assistere
nella loro vita, quali i bambini e la famiglia.

Nessuno soffra per manovre pensionistiche
nelle quali tutto ciò che conta
è il soldo ed il risparmio a tutti i costi;
ma illumina quanti hanno il potere decisionale
di porsi sempre dalla parte del più debole e povero
della nostra società, basata solo sul conto in Banca.
Amen

(Padre Antonio Rungi)